Introduzione

Canapa legale CBD. I prodotti della canapa con meno dell’uno per cento di THC non sono soggetti alla legge sugli stupefacenti e quindi sono sempre più sfruttati commercialmente. In crescita soprattutto quelli contenenti CBD, che non ha effetti stupefacenti.

 

Flower Power

Canapa a basso contenuto di THC

L’utilizzazione non autorizata della canapa e dei prodotti della canapa che presentano una concentrazione media di THC pari almeno all’1,0 per cento sono vietati secondo l’ordinanza del DFI sugli elenchi degli stupefacenti (OEStup-DFI, cfr. il link all’ordinanza nella scheda «Legislazione»). Esistono tuttavia diversi prodotti della canapa con un basso contenuto di THC, inferiore all’uno per cento, che non sono soggetti alla legge sugli stupefacenti. Essi comprendono, oltre alle materie prime come i fiori e la polvere di canapa, anche semilavorati come gli estratti sotto forma di olio o pasta o le capsule offerte all’ingrosso e prodotti pronti all’uso come integratori alimentari, liquidi per sigarette elettroniche, prodotti sostitutivi del tabacco, oli profumati, gomme da masticare e pomate, in parte offerti come prodotti curativi.
Ultimamente la produzione e la vendita di prodotti a basso contenuto di THC è aumentata notevolmente, e pone diverse questioni sanitarie e giuridiche. Anche se questi prodotti non sono soggetti alla legge sugli stupefacenti, non possono essere commercializzati e pubblicizzati liberamente. A seconda della categoria cui appartengono, al loro sfruttamento industriale si applica la legge sugli agenti terapeutici, la legge sulle derrate alimentari o la legge federale sulla sicurezza dei prodotti. Pertanto Swissmedic, l’Ufficio federale della sanità pubblica, l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria e l’Ufficio federale dell’agricoltura hanno realizzato un foglio informativo per sensibilizzare i potenziali offerenti in merito alle condizioni quadro giuridiche (cfr. documento in questa pagina).

 

Royal Moby

Cannabidiolo (CBD)

La pianta di canapa contiene oltre 80 cannabinoidi e oltre 400 altri principi attivi. I cannabinoidi più importanti sono il tetraidrocannabinolo (THC), dagli effetti stupefacenti, e il cannabidiolo (CBD) che, oltre a non essere uno stupefacente, riduce gli effetti psicotropi del THC. Il CBD non è soggetto alla legge sugli stupefacenti.
Tra i prodotti a basso contenuto di THC stanno acquistando importanza soprattutto quelli con un maggior tenore di CBD. L’offerta cresce rapidamente e la domanda sta aumentando. Si parla, tra l’altro, di possibili effetti terapeutici della sostanza, che avrebbe proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, anticonvulsivanti, antiemetiche, ansiolitiche e antipsicotiche. Attualmente l’effetto medico del CBD non è ancora sufficientemente comprovato da ricerche (cfr. anche > uso medico di canapa contenente THC).

Tra gli esperti si discute inoltre del possibile impiego della canapa ad alto contenuto di CBD, ma con meno dell’uno per cento di THC, come prodotto sostitutivo per la riduzione dei danni o per il trattamento del consumo problematico di canapa.

 

CBD Oil 20%

Resina di canapa (hashish)

Occorre tenere presente che la vendita di prodotti della canapa sotto forma di resina (hashish) è vietata. Per questi prodotti vige un divieto generale, anche quando contengono meno dell’1 per cento di THC (cfr. OEStup-DFI; RS 812.121.11, elenco delle sostanze controllate secondo l’art. 2 cpv. 1, allegato 1). I prodotti ancora presenti sul mercato devono essere ritirati immediatamente e consegnati al farmacista cantonale per la distruzione.

 

Swiss federal information

Shop now

News Cbd Logistics